Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

21 Apr 2021

Buoni digitali per celiaci: presto spendibili in tutta Italia

Una grande novità quella della digitalizzazione dei buoni di spesa per celiaci, fino ad oggi cartacei, e la possibilità (almeno in questa direzione prosegue il lavoro del Ministero della Salute) di spenderli in tutta Italia e anche online, e non più limitatamente alla propria regione. Ma procediamo con ordine. Tanto per cominciare, il primo obiettivo è quello di “dematerializzare” i buoni cartacei in tutte le regioni d’Italia.

Come funzioneranno i buoni digitali per celiaci?

Per buoni digitali si intende un accreditamento del valore dei buoni mensili sulla tessera sanitaria.

Quali sono i vantaggi dei buoni digitali per celiaci?

  1. La diversificazione dei canali distributivi
    Una digitalizzazione dei buoni spesa per la celiachia porterebbero finalmente una reale diversificazione dei canali distributivi: farmacie, grande distribuzione organizzata, negozi specializzati e shop online. Infatti, in alcune regioni che adottano ancora il buono cartaceo è di fatto impossibile scegliere, in quanto i buoni sono utilizzabili in un unico esercizio o farmacia.
  2. Spendibilità frazionata
    In questo modo, i pazienti avrebbero la possibilità di frazionare la spesa e quindi di ritirare gli alimenti in base al reale fabbisogno, come accade per la spesa alimentare comune.
  3. Riduzione di costi e tempi
    Il paziente non sarà più costretto ad attendere la spedizione dei buoni e non sarà più necessario procedere alla stampa.
  4. Rendicontazione trasparente e automatica

Qual è la situazione dei buoni spesa oggi in Italia?

Oggi siamo di fronte ad un contesto ancora disomogeneo tra regioni. Una differenza territoriale che genera una ingiusta disuguaglianza tra i pazienti. Quel che è positivo è che si sta andando sempre di più nella direzione della digitalizzazione dei buoni spesa. Infatti, sempre più regioni stanno adottando (o hanno adottato) i buoni digitali. Anche il Ministero della Salute sta lavorando in questa direzione, non solo per favorire la digitalizzazione del buono, ma anche per permettere la circolarità tra le regioni, ovvero la possibilità di spendere il buono anche al di fuori della propria regione di residenza (possibilità oggi ancora non prevista dai sistemi regionali).

Vediamo la situazione, regione per regioni.

Regioni (o Province Autonome) che utilizzano il buono digitale:
  • Alto Adige
  • Campania
  • Emilia Romagna
  • Friuli Venezia Giulia
  • Lazio
  • Liguria
  • Lombardia
  • Marche
  • Piemonte
  • Puglia
  • Toscana
  • Umbria
  • Valle d’Aosta
  • Veneto (dal 1° maggio 2021)
Regioni (o Province Autonome) che utilizzano sistemi alternativi:
  • Basilicata (denaro su carta prepagata)
  • Trentino (denaro su conto corrente personale)
Regioni che utilizzano ancora i buoni cartacei:
  • Abruzzo
  • Calabria
  • Molise
  • Sardegna
  • Sicilia

Anche Essenza Food ha intenzione di attivare al più presto una convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale per permettere a tutti, nel nostro shop online o direttamente nel nostro laboratorio artigianale, di acquistare i nostri prodotti gratuitamente grazie all’utilizzo del buono. Vi terremo aggiornati!

Fonte: AIC (Associazione Italiana Celiachia)

Clicca per votare questo post!
[Totale: 14 Media: 3.9]

5 Commenti

  1. Loredana

    Io uso il sistema digitale e mi rendo conto della praticitàl unico gap è il sistema che ogni tanto si blocca
    Volevo chiedere se potevate dirmi se il rinnovo annuale con questo sistema avviene automaticamente bisogna andare comunque alla Asl

    Rispondi
  2. Rosa

    Finalmente era ora, quando si va fuori diventa un problema

    Rispondi
  3. Anna

    Il sistema ha rappresentato un passo avanti per molte regioni. Per il Trentino rappresenterebbe un passo indietro: la gestione del buono è molto costosa per la pubblica amministrazione (la piccola provincia di Trento pagherebbe poco meno della Lombardia) e sarebbe molto difficile poter acquistare presso i piccoli negozi che caratterizzano le valli di montagna.

    Rispondi
    • Antonia Marzullo

      X spero al piu’ presto che attivino anche Sicilia questo modo di pagaremento.Sarebbe tutto piu’ facile

      Rispondi
  4. Alice

    Io sono celiaca

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare

Pin It on Pinterest